I Sali: Il vero nemico da combattere contro l’umidità di risalita

Richiedi la tua copia della nostra Guida completa alla risoluzione dei problemi di umidità e muffe nelle abitazioni.
Richiedila !

E’ bene sapere che il primo nemico da combattere in presenza di umidità di risalita, sono i sali cristallizzati poichè risultano essere essere igroscopici. Il termine igroscopico significa “capace di assorbire umidità”, pertanto maggiore sarà la quantità dei sali accumulati negli intonaci, malte o altro e maggiore sarà la quantità di acqua che viene attratta.

E’ noto che se mettiamo un vaso di sale da cucina in un ambiente umido, dopo un po’ di tempo lo troveremo bagnato a causa di questa caratteristica; se acquistiamo prodotti elettronici, spesso vediamo che all’interno della scatola c’è una bustina di sale allo scopo di assorbire l’eventuale umidità ed evitare il danneggiamento dell’apparecchiatura.

Altro aspetto da tenere in considerazione, è l’accumulo dei sali a causa dell’evaporazione dell’acqua; questo fenomeno favorisce la cristallizzazione degli stessi all’interno delle malte da intonaco o addirittura in superficie. E’ proprio a causa di questa reazione chimica che si hanno i danni alle pitture, ai rivestimenti, intonaci ecc, così come possiamo vedere nelle foto.

Normalmente i sali più comuni sono quelli di calcio; il loro aspetto può sembrare simila ad una barbetta biancastra come mostra la foto in alto a sinistra.
Possono però crearsi anche sali di ammoniaca, sali di zolfo, nitrati e nitriti in particolare su murature di case ristrutturate i cui vani erano, in epoche più remote, adibiti a stalla visto che questi tipi di sali sono la conseguenza della scomposizione degli escrementi animali ecc.

Purtroppo, oltre a quanto esposto, si possono aggiungere ulteriori danni prodotti dalla risalita capillare; ecco quali…

Danni igienico sanitari.

L’elevato tasso di umidità presente negli ambienti degli edifici interessati da questo tipo di umidità, può produrre danni igienici non indifferenti, e alla lunga, può avere un impatto anche sulla salute di chi vi abita a causa del microclima per nulla salubre

Danni estetici ed economici.

Le superfici devono essere continuamente sottoposte a interventi di ripristino e ovviamente un ambiente umido richiede costi di riscaldamento più elevati.

Danni prodotti dal gelo.

Da studi fatti risulta che nelle vecchie costruzioni in mattone pieno, l’aumento di volume dell’acqua nei capillari che si verifica quando la temperatura scende sottozero, è responsabile della lenta disgregazione degli stessi mattoni.

Danni a rivestimenti in pietra.

Anche le murature in pietra e i rivestimenti eseguiti nelle parti basse delle murature interessate da umidità ascendente, subiscono desquamazioni (distacco di croste e placche di alcuni mm) e variazioni della colorazione a causa delle efflorescenze saline.

Corrosione del metallo.

Negli edifici più recenti, ove la struttura dei fabbricati è in cemento armato, qualora sia presente l’umidità di risalita capillare, si potrà verificare nella zone interessate una lenta corrosione del tondino in ferro a causa della costante umidità presente.

CHIAMA SUBITO IL NUMERO VERDE 800-010882 E RICEVI UNA CONSULENZA TECNICA GRATUITA!

CHIAMA ORA!!