Seleziona una pagina

Ripresa e impermeabilizzazione del muro umido

Richiedi la tua copia della nostra Guida completa alla risoluzione dei problemi di umidità e muffe nelle abitazioni.
Richiedila !
impermeabilizzazione muro
Per ben illustrare nel suo complesso la nostra tecnologia di risanamento, descriviamo il susseguirsi delle singole fasi di lavorazione.

Disintonacato completamente il muro da risanare per una altezza di poco superiore alla linea umida e asportate in profondità (per 1 -2 cm.) tra i corsi dei mattoni le malte disgregate e friabili dopo una accurata spazzolatura, o meglio ancora, dopo un accurato lavaggio con la canna dall’acqua per rimuovere ogni particella staccata, si procede al consolidamento delle parti a vista del muro mediante la stesura a pannello di un primo prodotto.

Con questa applicazione, da considerarsi un primer, la calce libera viene trasformata in silicato di calce insolubile in acqua, e, in mancanza di calce, il prodotto solidifica occludendo i pori e impedendo la capillarità. i pori dei mattoni, pur continuando a traspirare, ricevendo il prodotto indurente, risulteranno “rassodati” e più resistenti in superficie, ritornando ad un’alta resistenza alla compressione.

Seguirà una seconda lavorazione che consisterà nella la stesura di uno sprizzo di intonaco additivato con un impermeabilizzante. Tale sprizzo con spessore di mm. 5 circa, ha lo scopo d1 trasformare in vapore l’acqua libera pervenuta all’intonaco stesso par via capillare. Infatti, poiché lo sbarramento operato dall’impermeabilizzante nei pori dell’intonaco impedisce la trasmigrazione per via capillare dell’acqua libera, essa tenterà di raggiungere l’atmosfera per diffusione, trasformandosi, cioè, 1n vapore acqueo,abbandonando qualsiasi contenuto di sali.

Questo primo sprizzo di intonaco detto “aggrappante” o di “ripresa, é composto da un comune impasto di sabbia e cemento (1:1) , di consistenza fluida, cui si é aggiunto l’impermeabilizzante.

La superficie rugosa delle sprizzo,non frattazzata, faciliterà l’aggrappaggio anche meccanico delle successive due mani di intonaco a schiuma, quest’ultima dello spessore di cm.2,5 circa, attraverso il quale la muratura umida (senza acqua in pressione) potrà diffondere la propria umidità superflua all’atmosfera, tramite il sistema capillare e poroso dell’intonaco, mentre questo, come già si é detto, rimane asciutto.

In presenza di acque in pressione, lo strato di intonaco aggrappante andrà aumentato da 5 a 20 mm. circa, a seconda della pressione dell’acqua. Per la risoluzione dell’umidità nei muri, muffe e umidiità di risalita, Mursan fa certamente al caso tuo.

CHIAMA SUBITO IL NUMERO VERDE 800-010882 E RICEVI UNA CONSULENZA TECNICA GRATUITA!

CHIAMA ORA!!